LA TERAPIA DEL VIAGGIO

Il treno virtuale nasce nella concretizzazione dall'idea del viaggio, sia come momento di fuga che come momento emozionale di vita. Un viaggio che genera ricordi del passato attualizzandoli nel presente, producendo rilassamento e serenità; un viaggio che consente all'ospite una fuga controllata da una struttura, sia essa RSA/Centro Diurno/ecc, percepita come un'ambiente chiuso e contenitivo, permettendo così di strutturare un'esperienza di viaggio verso la "casa", la propria casa, il vero e unico ambiente sicuro e protetto. Inoltre l'ambiente "treno" rappresenta un luogo isolato e protetto, un locale che può anche favorire forme di dialogo, che consentono di sviluppare progetti di stimolazione cognitiva centrata sulla memoria autobiografica, la possibilità di usare materiale audiovisivo personalizzato favorisce la capacità spontanea di ricordare, la reminiscenza.

Con questa premessa, Generali Arredamenti propone un approccio diverso, realizzando veri e propri scompartimenti ferroviari utilizzando gli arredi e la struttura della Littorina FS, un'ambiente ben definito e strutturato tecnologicamente, arredato con sistemi e attrezzature che rievocano una carrozza ferroviaria degli anni 60.